ABOUT U

jagannath.jpeg
logo home page-chandra studio
logo home page-chandra studio

facebook
instagram
youtube
whatsapp
vimeo

Menù

Contatti

Chandra Studio

di Simona Mocci

 

Respira

Hatha Yoga

Yoga posturale

​Yoga per la donna

Yoga del simbolo  e della trasformazione

Yoga per persone altamete sensibili PAS

 

 

info.chandrastudio@gmail.com

Il nostro Blog

SEGUIMI SUI SOCIAL​​

Via Emilia, 44 r - 16138

​Genova San Gottardo

Cell. 348 086 4600 -  Simona

 


facebook
instagram
youtube
whatsapp
© 2019   CHANDRA- La Voce della Luna   APS   |  C.F. 95208160101

Privacy Policy

Riconnettersi alla terra: il perineo

2013-10-08 12:53

Admin

yoga, benessere, perineo,

Riconnettersi alla terra: il perineo

Il perineo è, come ho letto nella simpatica pubblicità di un corso a lui dedicato, "quella parte del nostro corpo che sta sulla sella della bicicletta".

news6-1583922906.pngperineo-1583922906.pngnews4-1583922906.png

Il perineo è, come ho letto nella simpatica pubblicità di un corso a lui dedicato, "quella parte del nostro corpo che sta sulla sella della bicicletta"
Si tratta di un insieme di muscoli, fasce e legamenti che formano, insieme al diaframma e ai muscoli addominali, un confine dinamico dello spazio addominale. 
Come accade per tutti i muscoli, anche la zona perineale, se non viene mantenuta in esercizio, può perdere il suo tono. Però, come tutti gli altri muscoli, anche quelli perineali possono recuperare la propria vitalità con un appropriato esercizio.
In particolare nella donna, molti sono i segnali che, nel tempo, derivano da una scarsa attenzione verso il benessere di questa parte del corpo. 
Incontinenza urinaria da sforzo, prolasso dell’utero e della vescica, secchezza vaginale, frigidità, senso di pesantezza nella zona pelvica sono solo alcuni degli spiacevoli problemi che rimangono latenti finchè un fattore di stress o cambiamento per l’organismo (parto, menopausa, intervento chirurgico) non interviene a peggiorare la situazione.Una pratica di attenzione e ascolto verso questa parte del corpo sarà, quindi, profondamente benefica e salutare per il benessere intimo della donna, sia essa praticante di Yoga o meno.
I muscoli del perineo sono disposti in tre strati, facilmente individuabili nell’immagine sotto:

  • lo strato più superficiale collega il pube al coccige e controlla il movimento dei    due sfinteri, vaginale e rettale, attorno ai quali le fibre di questo muscolo      (chiamato bulbocavernoso) si incrociano e formano un otto (nella figura, in azzurro). OTTO che in molte culture è simbolo dell’infinito.
  •  lo strato intermedio è chiamato diaframma urogenitale e forma un triangolo tra il pube e i due ischi. La base di questo triangolo (una linea immaginaria da ischio a ischio) interseca il centro dell’otto (nella figura, in giallo).
  • lo strato profondo è chiamato diaframma pelvico e si estende come un’amaca tra coccige, ischi e pube (nella figura, in rosso).

IL PERINEO CHIEDE ATTENZIONE: COME ACCORGERSI CHE QUALCOSA NON VA Di seguito alcune delle situazioni - spia che segnalano la necessità di portare un’attenzione costruttiva al nostro perineo:
  • la pancia è sempre prominente nonostante dieta e ginnastica;
  • sensazione di pesantezza o pressione nella zona perineale; 
  • scarsa percezione del pene durante il rapporto sessuale;
  • insoddisfazione sessuale (difficoltà a raggiungere il piacere), rapporti sessuali dolorosi;
  • difficoltà o incapacità di interrompere il mitto (flusso urinario); 
  • difficoltà a contenere l’urina. per es. perdite, incontinenza da sforzo (dopo un colpo di tosse o correndo), incontinenza da urgenza (frequente bisogno di urinare);
  • fuoriuscita di aria dalla vagina (anche durante la pratica yoga o il rapporto sessuale);
  • ciclicità nei dolori lombari;
  • difficoltà a trattenere i gas intestinali e le feci; 
  • difficoltà a trattenere gli assorbenti interni o il diaframma; 
  • abbassamento o prolasso degli organi interni; 
  • cistiti frequenti;
  • stitichezza ed emorroidi.

I problemi legati al mancato benessere della zona perineale sono più frequenti di quanto si immagini. Le statistiche indicano che 1 donna su 4 soffre di incontinenza urinaria, ma questo disturbo, come tutti quelli legati alla scarsa tonicità della zona perineale, rimangono quasi sempre nell’ombra; spesso non vengono confessati neanche al proprio medico.

È a partire da questa reticenza che il malessere diventa una rimozione personale e, spesso, anche sociale. L’atteggiamento di molti medici di fronte ai primi Attendiamo e vediamo" e l’aumentata frequenza di pubblicità che reclamizzano assorbenti per adulti, quasi sempre con donne come protagoniste, segnalano che la presa in carico di una vera e propria "salute perineale" non è ancora avvenuta. 
Pochi sono i medici che si interessano seriamente l’importanza del benessere perineale nella vita di una donna, spesso anche scarsamente informati sulle possibilità attualmente offerte dalla ginnastica perineale e da altri strumenti non invasivi. Assorbenti e interventi chirurgici sembrano, spesso, le due soluzioni auspicabili senza tener conto del vissuto intimo della donna e di quanto il malessere perineale influisca negativamente sulla percezione ed il vissuto della propria femminilità, la sfera intima e sessuale, etc.
Prossimamente proporremmo alcuni semplici esercizi da praticare da sole per percepire meglio la zona perineale ed esercitarla.

news6-1583922906.pngperineo-1583922906.pngnews4-1583922906.png
news6-1583922906.pngperineo-1583922906.pngnews4-1583922906.png

Insegnamento dello yoga - Attività professionale disciplinata ai sensi della legge 14 gennaio 2013 n4

© Chandra Studio di Simona Mocci  2023              P.IVA  02766390997

Privacy Policy